7 pillole per la prevenzione

In Italia l’incidenza delle malattie cardiovascolari è pari al 44%; l’infarto è la prima causa di morte e l’ictus la prima causa di invalidità permanente; la loro insorgenza però può essere drasticamente limitata attraverso la riduzione dei fattori di rischio, la diagnosi precoce e le cure tempestive. Cardioteam Foundation Onlus si impegna da anni a combattere efficacemente le malattie cardiovascolari con le armi della PREVENZIONE. Ecco 7 PILLOLE per rispettare il nostro cuore e vivere meglio.

PILLOLA N.1 - PRESSIONE ARTERIOSA

Avere la pressione alta - maggiore di 130/85 mmHg - mette a repentaglio la salute. E’ possibile ridurre la probabilità di sviluppare l’ipertensione modificando alcuni stili di vita tra cui la sedentarietà e l’alimentazione. Uno stile di vita inattivo aumenta il rischio di pressione alta e di ritrovarsi sovrappeso o obesi, a loro volta condizioni che favoriscono un aumento della pressione. Modifica le abitudini alimentari: riduci il consumo di sale e di alimenti ricchi di sodio - ricorda che i salumi, anche se magri come il prosciutto crudo e la bresaola, contengono parecchio sale (sodio) - eaumenta il consumo di frutta fresca.

 

PILLOLA N.2 - COLESTEROLO

Il colesterolo in eccesso è dannoso per tutte le arterie ed è uno dei principali fattori di rischio per infarto e ictus: mantieni bassi livelli di colesterolo nel sangue - minore di 40 mg/dl nell’uomo e minore di 50 mg/dl nella donna. Il fegato è progettato per garantire una produzione quotidiana di colesterolo, sintetizzato a partire esclusivamente da alimenti vegetali. Quindi non è necessaria la presenza di alimenti di origine animale, come la carne, il latte o latticini, basta fornire il fegato di alimenti di origine vegetale come frutta, verdura e legumi, eliminando o riducendo al minimo i grassi animali come il burro, i salumi e i formaggi grassi e prediligendo l’uso di olio extravergine di oliva.

 

PILLOLA N.3 - GLICEMIA

La glicemia è la concentrazione degli zuccheri nel sangue. Sue alterazioni possono indicare un pericolo per la salute. L’iperglicemia - concentrazione ematica di zuccheri superiore alla norma - può essere associata al diabete e aumenta il rischio cardiovascolare, mentre l’ipoglicemia - concentrazione ematica di zuccheri al di sotto della norma - può essere il sintomo di problemi al fegato, ai reni o alla tiroide. Per misurare la glicemia è sufficiente l’analisi di un semplice campione di sangue; la glicemia è considerata nella norma quando i suoi valori a digiuno sono compresi tra 70 e 100 mg/dl. Per mantenere la glicemia sotto controllo è fondamentale assumere cibi a basso indice glicemico come i legumi, il pesce, la frutta secca, la verdura cruda e la frutta fresca.

 

PILLOLA N.4 - INDICE DI MASSA CORPOREA

Essere sovrappeso o sottopeso può mettere in serio pericolo la salute. La circonferenza addominale, in combinazione con il valore dell’Indice di Massa Corporea (IMC), rappresenta uno dei parametri utilizzati per valutare il rischio cardiovascolare di un soggetto. Se la circonferenza dell’addome è superiore a 102cm nell’uomo e a 88cm nella donna il rischio è importante, perché, se del grasso si accumula nell’addome, tende a depositarsi anche nelle arterie e ad alzare la glicemia. L’indice di massa corporea si misura in kg/m2; calcolare l’IMC è semplice: basta dividere il peso per l’altezza al quadrato. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il peso di un individuo è da considerare nella norma quando l’IMC è compreso tra 18,5 e 25, a partire dai 30kg/m2 si inizia a parlare di obesità.

 

PILLOLA N.5 - ATTIVITA’ FISICA

L’attività fisica è un’alleata della salute del cuore, inoltre l’esercizio fisico aiuta a combattere lo stress e il sovrappeso. Per avere effetti positivi sulla salute l’attività fisica dovrebbe essere praticata per almeno 10min consecutivi per 150min a settimana. Ecco alcuni suggerimenti: evitare di usare l’auto per piccoli spostamenti; organizzare periodicamente una passeggiata o una corsa nel parco; fare le scale invece di prendere l’ascensore (in ufficio, a casa, in metropolitana); scendere dall’autobus una fermata prima e camminare a passo svelto; dopo la pausa pranzo fare il giro dell’isolato prima di tornare in ufficio; giocare con i bambini e passeggiare con il cane; nascondere il telecomando e alzarsi dalla poltrona ogni volta che si cambia il canale. Metti il corpo in movimento!

 

PILLOLA N.6 - ALIMENTAZIONE

Una alimentazione sana è fondamentale per evitare le malattie cardiovascolari e i tumori. È fondamentale mangiare almeno 5 pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena. Non dimenticate che abbiamo un “carburatore” abituato a mangiare tutto il giorno, per questo è necessario mangiare poco e spesso. Aumentate il consumo di frutta fresca e verdure di stagione cercando di mangiarle crude piuttosto che cotte. Preferite l’olio d’oliva, in particolare quello extra-vergine. Riducete il consumo di carne e sostituitela con il pesce, compreso il pesce “grasso”, ricco di omega-3. Ricordate che i salumi, anche se magri come il prosciutto crudo e la bresaola, contengono parecchio sale. In caso di sovrappeso o obesità consumate porzioni ridotte di pasta, di riso e di pane. Limitate il consumo di formaggi e preferite il latte scremato. Consumate con moderazione i dolci. Riducete il consumo di sale e di bevande zuccherate. Riducete il consumo di bevande alcoliche. Leggete con attenzione l’etichetta dei prodotti per evitare di consumare grassi e zuccheri in modo inconsapevole.

 

PILLOLA N.7 - FUMO

I motivi per smettere di fumare non mancano e i benefici sono garantiti. Il fumo fa aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e respiratorie, tumori e disturbi all’apparato riproduttivo. Chi non fuma vive in media 5 anni in più, ha maggior resistenza fisica e un benessere generale, inoltre risparmia in media 1500 euro all’anno. Il fumo è la prima causa di morte facilmente evitabile, non è mai troppo tardi per smettere di fumare!